Beauty Personal Branding: l’unicità dei professionisti della bellezza

Abbiamo incontrato Maurizio Delucchi, coach specializzato nel settore dell’estetica e dell’hairstyle professionale e ideatore del format di successo Beauty Personal Branding per scoprire qualcosa in più di lui e capire meglio cos’è e come funziona il Personal Branding.

D: Che cos’è il personal branding e Come è arrivato alla concezione di questo nuovo modello?

“In parole semplici: il Personal Branding è il processo attraverso cui un professionista / imprenditore,  proietta sul mercato  i propri valori, contenuti e  soprattutto la propria  unicità. L’obiettivo è ovviamente quello di diventare attrattivi nei confronti del mercato.Per Personal Branding, quindi , si intende l’arte di creare il nostro Brand Personale, in modo che diventi talmente rilevante nei confronti del mercato, da divenire  richiesti. Ognuno possiede già un proprio Brand personale ma non lo sa, e per questo motivo lo gestisce inconsapevolmente, con scarsissimi risultati. Il nostro Nome richiama nel cliente una serie di sensazioni, emozioni, immagini e proiezioni.  Questo bagaglio di neuro-associazioni determinano il nostro potere (o meno) di attrattività. Poichè la mia “mission” è aiutare i professionisti della bellezza nel loro sviluppo, sono arrivato alla creazione del “modello” specifico e  mirato sulla  loro  “realtà” che ho denominato :”Beauty Personal Branding” .

D: Perchè è così innovativo rispetto ad altri approcci e come si inserisce in un mercato che sta cambiando sotto tanti aspetti?

Non possiamo ignorare  che il mercato è mutato. Il consumer  ha mutato il suo approccio all’acquisto, è più disincantato, prudente e diffidente.

E’ alla ricerca di valori quali:

  • Competenza
  • Affidabilità
  • Specificità
  • Specializzazione
  • Fiducia

E inoltre desidera una persona di riferimento, che garantisca personalmente circa i suoi acquisti soprattutto circa i servizi. Tecnicamente il Personal Branding , insegna ad evitare un approccio di tipo promozionale e cioè di “spinta” , a vantaggio di tecniche rivolte a stimolare l’attrattività: “smettere di vendersi per scegliere di farsi comprare”. Il tutto si esplica attraverso tecniche specifiche e mirate che hanno origine  dalla stesura della importantissima  “brand identity” e susseguentemente l’applicazione delle 9 leggi relative alle “installazioni”.

D:Quali sono i risultati concreti che si ottengono applicandolo in Istituto?

Il beauty personal branding è un processo, quindi ha di bisogno di un po di tempo per attuarsi e giungere all’ottenimento di buoni risultati. Il processo  del beauty personal branding prevede 4 step relative alla 4 fasce.

Nella prima fascia si trovano oggi  il 95% dei professionisti / imprenditori,  ovvero quella denominata “GENERICA”.
In questa fascia per sopravvivere si è costretti a  misurarsi  nella battaglia dei prezzi, ovvero farsi preferire per i maggiori sconti o promozioni.
Salire in Seconda fascia, quella denominata “STRAORDINARIO” (riconoscibile + credibile) significa distinguersi , specializzarsi e farsi scegliere perchè unici e di valore.  In questa condizione i risultati positivi cominciano sicuramente ad arrivare.
I buoni risultati arrivano anche con grandissime soddisfazioni, nella  3° e 4° fascia , “CELEBRE” e “AUTOREVOLE”, ovvero quando agli occhi del mercato di riferimento ( “audience”), si è riconosciuti come noti/celebri o addirittura considerati affermati (autorevoli).

Chi opera in questo settore deve essere consapevole che il suo ruolo deve mutare, evolversi, adeguarsi ai tempi. Il futuro porterà con sé una selezione naturale: ci saranno operatori che continueranno a proporsi profilandosi come la tradizionale estetista o parrucchiere e chi, invece, cambierà seguendo le nuove esigenze dei propri clienti. Chi sarà in grado non solo di seguire ma di divenire parte attiva di questo trend evolutivo potrà davvero definirsi un Professionista della Bellezza a tutto tondo.

Se ti piace, condividi!!!

Manuela Muretta

Laureata in Lingue e Letterature straniere, esperta di PR e Comunicazione. Gestisce l'Ufficio Stampa e Relazioni esterne di molte realtà aziendali, nazionali e internazionali.

Lascia un commento